Maremontana 2018 conferme e novità

La conferma di una gara tosta, di un percorso selettivo, di quelli che anche quando dici è finita hai ancora un breve tratto da percorrere sulla spiaggia. I numerosi volontari sul percorso, dislocati nei punti anche più impensabili, un balisaggio perfetto per una gara che devi realmente solo pensare dove mettere i piedi.


Gli amici Roberto, Michele e Antonio che tutti gli anni ci permettono di correre sui monti attorno a Loano. Un clima stranamente mite, visto gli ultimi trascorsi in questa gara. Roberto Giordano splendido speaker e tantissimi atleti dai top ai normodotati. Amici e ancora tanti amici. E la novità Hoka, dove dapprima presidio lo stand dispensando qualche info a chi ne richiedeva e facendo provare le scarpe a chi voleva. Poi la presentazione del Team Italia Hoka One One, del quale mi sento un privilegiato farne parte, in quanto i miei risultati nulla hanno a che vedere con chi mi ritrovo in squadra. Ma poi alla fine mi rendo conto che io non vedo super atleti, perché mi trovo bene prima di tutto con le persone, come con Davie Confalonieri che mi ha sopportato per tutta la gara o Davide Ferrara che come spesso succede non mi lascia nei momenti più duri ( a tavola ) della giornata.
In tutto questo Alice, Giulia e Alessio a fare da cerimonieri, con molto successo. Franco che scatta foto a più non posso. Giornalisti presenti per questa presentazione. Trail, divertimento, amicizia e solidarietà come quella che cerco di portare sempre all’arrivo con la maglia delle “famiglie lesch-Nyahn” e per la quale quando possibile si cerca di portare anche qualche aiuto concreto.
E l’anno è solo all’inizio, non è buon inizio come risultato di gara, ma alla fine non esiste solo questo come metodo di giudizio, e io sono felice di aver iniziato in questa maniera: divertendomi che per me alla fine sono sempre corsette…

Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento